28 Gennaio 2021

Accettare e amare se stessi per amare gli altri

Quando si parla di amore, spesso ci si riferisce all’affetto che nutriamo verso le persone a noi più care, dimenticandoci però che l’unico modo per trasmettere e ricevere questo potentissimo sentimento è, prima di tutto, imparare ad accettare e amare se stessi.
Per potersi mettere veramente in relazione con l’altro, in maniera completa e costruttiva, è infatti fondamentale conoscersi profondamente, prendersi cura del proprio benessere e avere rispetto e stima di sé.

Al contrario di quanto si pensa, volersi bene e concentrarsi su se stessi non è sinonimo di egoismo, ma è fondamentale per poter amare le persone che abbiamo accanto: come potremmo donare agli altri qualcosa che non possediamo?
Lo psicoanalista Erich Fromm ben sintetizza questo concetto, sostenendo che il primo oggetto d’amore siamo noi stessi e che solo così la nostra capacità di amare l’altro si può sviluppare. L’autostima e l’accettazione di sé portano infatti alla costruzione di relazioni “sane” e autentiche, in cui non si innestano meccanismi di dipendenza e si evita il rischio di cercare la continua approvazione dell’altro a causa delle proprie insicurezze.

Ma come fare ad accettare tutti i lati della nostra personalità? Come riuscire ad apprezzarsi e a nutrire l’amore per se stessi? Il percorso non sarà sicuramente facile e immediato, ma ci sono alcuni consigli che possono esserci d’aiuto.
Il primo passo è smettere di criticarsi continuamente e di esprimere giudizi negativi su se stessi: meglio invece concentrarsi sui pregi e sui successi, anche se piccoli, per incoraggiarsi e riconoscere il proprio valore.
Anche smettere di confrontarsi con gli altri può essere utile: siamo diversi l’uno dall’altro e abbiamo tutti i nostri pregi e i nostri difetti. Con il tempo possiamo imparare ad accettare le nostre debolezze e provare a trasformarle in punti di forza.
Per amarsi veramente, bisogna inoltre imparare ad essere gentili con se stessi. Perdonare i propri errori, prendersi del tempo solo per sé, coccolarsi e dedicarsi a cose che ci fanno stare bene sono tutte azioni che ci possono aiutare ad apprezzare le nostre caratteristiche e a farci sentire a nostro agio nel nostro corpo.

Camminando lungo questo percorso capiremo naturalmente che i periodi di solitudine, al contrario di quanto si pensa, sono momenti preziosissimi in cui poter entrare in connessione con il sé più profondo, in cui coltivarsi e accrescere le nostre potenzialità per poi potersi donare all’altro, pienamente.
Club di Più sa bene che accettare e amare se stessi è il primo passo per amare l’altro ed essere amati: è per questo che da oltre 25 anni, attraverso il nostro percorso personalizzato LovePlan, ascoltiamo e comprendiamo a fondo la personalità e le particolari esigenze dei nostri iscritti, accompagnandoli passo dopo passo verso la felicità!